back to

Tutte le nuove

30
Apr
2015

I segreti nei loghi dei grandi brand

Siamo talmente abituati a vedere questi marchi che a volte li diamo per scontati, mentre possono nascondere ancora piccole sorprese capaci di farci sorridere, rivelandoci i loro messaggi subliminali.

Cisco:  Il leader mondiale del networking deve il suo nome all'abbreviazione che in america si usa per San Francisco, la città in cui l'azienda è stata fondata. Nelle linee blu del logo si possono così vedere sia la rappresentazione di onde eletettromagnetiche che la semplificazione della sagoma del Golden Gate, simbolo della città.

NBC: La sagoma bianca che svetta al centro del logo è la stilizzazione di un pavone, così che le gocce di colore retrostanti ne diventano la coda variopianta. 

Gillette: Nella sua semplicità, il messaggio nascosto in questo logo però è molto efficace, infatti ad osservarlo attentamente la G e la I hanno un taglio "strano" ma che in realtà trasmette molto bene l'idea di un taglio affilato e preciso.

London Symphony Orchestra: Uno dei miei preferiti perchè estramente semplice, ma geniale. Infatti quello che a prima vista può sembrare un semplice scarabocchio, una linea casuale, in realtà non solo nasconde la sigla LSO, ma la sagoma stilizzata di un direttore d'orchestra.

Tour de France: Il cerchio arancione non solo ricorda un caldo sole estivo, ma ad un secondo sguardo, abbinato al cerchio della O diventa la seconda ruota di una bici in cui la R diventa il ciclista impegnato in una salita. Grafico, pittorico, evocativo... perfetto.

Amazon: La curva arancione del logo non è solo un vezzo grafico, ma è una freccia che conduce lo sguardo dalla A alla Z del nome, a simboleggiare che nei magazzini Amazon si trova qualsiasi cosa, appunto "dalla A alla Z", inoltre la linea rappresenta anche un sorriso, a simboleggiare la soddisfazione dei loro clienti.

FedEx: Qui si gioca veramente sulle finezze, ma se guardate bene tra la E e la X si nasconde una freccia perfettamente proporziata, metafora visiva della velocità e precisione delle loro consegne.

Goodwill: Nel loro logo la prima cosa che si nota è la faccina sorridente che ci ammicca dal grande riquadro blu... ma in realtà non è solo uno smile, ma la riproduzione in grande della G di Goodwill con il loro font, come potete vedere dalla scritta in piccolo sotto il riquadro blu.

Toblerone: Quanti di noi non si sono gustati le loro barrette di cioccolato? Ma in quanti avete fatto caso al loro logo? Infatti il Toblerone nasce a Berna, la città svizzera conosciuta anche come "La città degli Orsi", e se guardate bene la montagna di fianco al nome scoprirete che vi è nascosto... un orso!

 

Confessate... quante di queste cose avevate già notato da soli? 

 

share this item
Vota questo articolo