back to

Tutte le nuove

27
Mag
2016

Creando immagine - Step 1 e 2

Oggi vorremmo iniziare con voi un viaggio nel mondo della comunicazione con una serie di articoli che affrontino i vari step della creazione di una campagna di marketing e di immagine, usando come esempio il progetto  appena concluso per una attività neonata di Parma.

Il nostro intento non è quello di vantarci dei prodotti e dei servizi forniti, ma di mostrare come non vi sia nulla di improvvisato o casuale nella realizzazione dell'immagine di una azienda o di un brand, che esistono analisi, studi e passaggi, sia di progettazione che di realizzazione, che richiedono tempo, cura, attenzione e soprattutto... professionalità.

Speriamo che questo viaggio vi divertirà, come per fortuna diverte ancora noi quando ci lasciamo trasportare dalla creatività del nostro lavoro. 

Non perdiamo quindi altro tempo e diamo il benvenuto alla neonata ... Armonie di Benessere.

 

STEP 1 - E adesso come scelgo il nome?

Quando si avvia una nuova attività bisogna prima di tutto fare i conti con la concorrenza e poi con il fatto che possiamo avere anche i migliori prodotti e servizi del mercato, ma i clienti ancora non lo possono sapere perchè non ci conoscono.

Per ovviare ad entrambi i problemi si usa la pubblicità, ma prima di dedicarci a volantini, cartelloni o brochure, si deve ragionare molto, molto attentamente su nome e logo. Il primo soprattutto in molti lo danno per scontato perchè si segue il gusto personale o una assonanza che ci piace o, peggio ancora, si copia la concorrenza perchè "se per lui ha funzionato, funzionerà anche per me!"

Non si potrebbe commettere errore peggiore. L'unico modo per conquistarsi una fetta di un mercato, in cui siamo gli ultimi arrivati, è distinguersi! Questo non significa trovare soluzioni eccentriche o inutilmente contro corrente, ma trovare la propria unicità. 

E proprio su questo principio ci siamo basati quando ad Aprile è venuto a trovarci Giovanni Sartori, massaggiatore diplomato che sta iniziando a Parma una nuova attività di massaggi rilassanti e antistress con la formula di assoluta personalizzazione sia sulla durata dei trattamenti che del location, dato che offre i servizi anche negli uffici.

Il problema è che nonostante questo sia un settore in forte crescita, nella nostra piccola città, la concorrenza dei centri massaggi ed estetici è molto forte.

Il primo passo è stato quindi quello di studiare "il nemico": quali sono i nomi più diffusi, come sono strutturati i siti, come utilizzano la promozione e le offerte ecc, e abbiamo notato che la stragrande maggioranza utilizzava la formula di "il massaggio di ....".

Certo è un nome che identifica immediatamente il tuo lavoro, ma il cliente come potrebbe capire che il tuoi servizi sono diversi da altri dieci concorrenti che si chiamano nello stesso modo?

Giovanni ad esempio si è specializzato in una serie di massaggi dedicati a dare sollievo al male peggiore dei nostri tempi: lo stress! Le tipologie sono diverse andando dall'Hawaiano al Californiano, perchè ovviamente i problemi con cui si manifestano stanchezza e stress possono essere diversi, ma lo scopo di Giovanni è quello di far ritrovare un equilibrio psicofisico ai propri clienti. Durante i nostri incontri orientativi sono emersi concetti quali rilassamento, energie riattivate, miglioramento della tonicità muscolare, ma soprattutto un miglioramento del umore, della percezione del proprio... benessere.

E questa è stata la parola cardine su cui abbiamo iniziato a fare ricerche e proposte di nomi, per arrivare ad un formula che racchiudesse queste sensazioni, ma che fosse anche unica e distintiva rispetto alla concorrenza, ossia... Armonie di Benessere.

 

STEP 2 - Diamo forma ad un nome

Il passo successivo è ovviamente quello di realizzare un logo, ma anche in questo caso, va tenuto presente qual è il mercato a cui ci stiamo rivolgendo.La forma deve essere specchio del nome e del concetto che vogliamo trasmettere.

In questo caso ad esempio la scelta dei colori era chiaro che sarebbe dovuta ricadere su toni avvolgenti, non eccessivamente caldi o aggressivi, controbilanciati eventualmente da tonalità più fredde. Qualche cosa insomma di rilassante.

Per la forma invece, poichè nel nome scelto non ci sono riferimenti diretti ai massaggi, volevamo richiamare non solo l'azione, ma l'armonia stessa del gesto compiuto e dall'energia positiva che da esso può scaturire, ecco quindi ... la mano. E ovviamente una mano aggraziata, armoniosa, morbida.

Ma quale altra associazione solitamente si fa quando si pensa ai massaggi o ai concetti di rilassamento? Ovviamente l'oriente, con le sue forme simmetriche, le proporzioni, il bilanciamneto di forme e linee.

Di seguito potete scorrere una galleria di immagini di come abbiamo fuso questi concetti per ottenere il logo finale.

E nei prossimi giorni ricordate di tornare a trovarci per scoprire lo Step 3...

 

 

 

 

share this item
Vota questo articolo