back to

Tutte le nuove

18
Gen
2017

Brochure Parmalapping

In un'era altamente tecnologica è normale chiedersi quanto possa essere ancora utile e funzionale il più classico dei supporti pubblicitari: la brochure cartacea.

La nostra risposta è sicuramente si.

Prima di tutto per ovvi motivi commerciali: 

  • è il miglior supporto nelle mani di un bravo agente commerciale
  • presentarsi con un portfolio delle proprie lavorazioni o servizi, è un segno immediato di concretezza e credibilità
  • a differenza di un tablet, la brochure non ha bisogno di corrente elettrica e batterie per essere consultata
  • e sempre a differenza di un tablet, può essere tranquillamente lasciata al cliente come nostro promemoria fisico
  • la brochure nelle mani del cliente è una sorta di "venditore virtuale" che non solo gli ricorda di contattarvi, ma può diventare un mezzo di passa parola verso suoi collaboratori o contatti

La brochure inoltre è un mezzo immediato per dare una chiara immagine della vostra azienda e di ciò che fate. E non solo attraverso l'uso di fotografie e testi espressamente realizzati per esaltare i vostri servizi, ma perfino, anzi forse soprattutto, tramite l'impaginazione e la carta che si utilizza. 

La cura dei dettagli come il posizionamento dei testi, il font scelto, i colori, l'uso di una carta patinata piuttosto che plastificata, trasmetteranno messaggi impliciti ma altrettanto chiari delle parole scritte nero su bianco. 

Un perfetto esempio è la brochure realizzata per l'azienda Parmalapping di Rubbiano di Solignano che si occupa di rettifica e lappatura dei metalli con lavorazioni altamente all'avanguardia come i Riporti Plasma Spray, Riporti HVOF, lavorazioni di Carburi, Stelliti e Ceramiche Integrali e che soprattutto da un servizio completo ai propri clienti che va dalla progettazione alla realizzazione. Il loro standard di lavoro è altissimo e si rivolgono di conseguenza ad una clientela altrettanto attenta a materiali, lavorazioni e servizi.

Per la loro brochure quindi si è curato ogni dettaglio, dalle fotografie delle lavorazioni (realizzate dal fotografo Nicky Cannavacciolo dello studio Alfirin) alla redazione dei testi, dalla grafica coordinata con il layout del sito, alla scelta di formato e carta, un cartoncino satinato opaco, che danno il massimo risalto possibile alle immagini, perchè le lavorazioni parlino per l'azienda ancora prima delle parole.

Un mezzo di comunicazione non è mai "troppo vecchio" o "migliore" di un altro, ma solo il più adeguato in relazione al tipo di obiettivo da raggiungere.

 

share this item
Vota questo articolo